04
Giu
11

Lui era Lallo il castoro del canadà! (Storia di un Rave Party travisato)

Aiazzone, nuovo blitz a caccia di mobili
Dopo l’assalto dei duecento tra clienti e dipendenti «traditi» che mercoledì hanno portato via il possibile. Rinvenuto il cadavere della vecchia mascotte Lallo, stuprato e incendiato.
(qui articolo quasi completo

“SAGGIA DECISIONE!”

Ci piace ricordarlo così, volare tra i mobili con il tronco in culo (forse un segno premonitorio?), in questo breve post dedicato a chi è contro: contro il comportamento della legge nelle guerre tra poveracci, immobile fino a quando non ti decidi a passare dalla parte del torto… Organizzando un rave party in onore dei propri mobili o stipendi mai arrivati, con uno stupro e incendio di cadavere che ha rovinato tutto.


fonti: corriere.it , aiazzone, le mie prigioni.

againstallblogs

Advertisements

1 Response to “Lui era Lallo il castoro del canadà! (Storia di un Rave Party travisato)”


  1. 25 marzo, 2017 alle 11:46 pm

    Ma dai! Povero Lallo! Comunque ricordo il ritorno in grande stile di Aiazzone! Però senza castoro. Ad un certo punto mi chiesi perché il negozio di Chieti avesse smobilitato! Poi ho scoperto il perché dal Tg! Ora c’ è un un’ attività commerciale cinese.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Interracial Traduction




Anti-Social

Expand2Web YouTube Link Expand2Web YouTube Link Expand2Web YouTube Link Mail us!

Le Missioni di AAB





Twittamelo!

don’t FEED the blog!

Disclaimer

. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. . Il contenuto di questo blog è protetto da una licenza Creative Commons "Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia". Puoi riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire,recitare quest'opera ed anche modificare quest'opera a condizione di attribuire la paternità dell'opera citando espressamente l'autore ed inserendo il link diretto alla pagina del contenuto originario.Non puoi utilizzare questa opera per fini commerciali e devi condividere allo stesso modo l'opera che stai utilizzando. . Qualsiasi riferimento a cose, persone, animali, politici, showman, soubrette o a fatti reali è puramente casuale. ...Detto questo, Scemo chi (non) legge (tra le righe). P.P.S Nonostante questo blog non sia una testata giornalistica, rimane comunque meglio del Foglio. Powered by Pentapartito. --- Since 14 December 2004 (splinder) and 14 April 2008 (.it/wordpress)

Archivi

giugno: 2011
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Referto medico

  • 39,666 calcoli renali da espellere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: